Parole di TraduttorI

Parole di TraduttorI (con la T maiuscola + post primo sull’argomento T+I=TraduttorI), sarà una serie di post su quei traduttori italiani (e non) che hanno contribuito e ancora contribuiscono alla formazione dei giovani traduttori.

In questo I post parlerò di:

 

Il mestiere di scrivere – Luisa Carrada

Luisa Carrada inizia il suo percorso lavorativo come copywriter ed editor in una grande azienda high-tech. Nel suo blog descrive il suo vecchio lavoro così:

In pratica, significa scrivere, curare, correggere, seguire una quantità di testi su tanti strumenti di comunicazione diversi: brochure, documenti interni, presentazioni, pubblicità, discorsi del management, la intranet aziendale, il sito internet, il bilancio annuale. Ma significa farlo dando all’azienda un’unica voce, un unico stile, coerenti con il suo modo di essere, con i suoi obiettivi, con i suoi valori, persino con i suoi problemi.

Il suo è quel sito che lei avrebbe voluto trovare su internet per fare meglio il suo lavoro e non essendoci, decise di farlo lei. Nel 2005 lascia la sua azienda e diventa freelance.

Il sito è una miniera di informazioni. Si comincia dal blog dove Luisa ci delizia con i suoi pensieri su tecniche e filosofie della creazione di testi, articoli terzi di suo interesse e molto altro sulla lingua, costantemente aggiornato dal 2003.
Si naviga poi nelle varie aree del sito troviamo guide utili e approfondimenti su moltissimi argomenti e poi la sezione link. La mia area preferita è ‘riscritture’.

Riscritture sono esempi completi di scritture professionali, dove Luisa propone testi “prima e dopo la cura”. Ci fa capire come sia importante non solo tradurre ma leggere, riscrivere e correggere testi su testi così da confrontarsi direttamente con il nostro lavoro. In questa sezione non si parla solo del suo lavoro ma è aperta a tutti gli utenti che, si spera in gran numero, vogliano contribuire.

I quaderni del MdS sono piccoli testi che vanno ad approfondire un tema particolare. Possiamo trovare testi come: Mappe mentali e scrittura, Vita da editor, scrivere in un’associazione di categoria, E-learning e scrittura professionale, e così via.

Scrivere per il web, qui analizza le tecniche di scrittura, come fare e come dire cosa nel mondo online. Come fa notare Luisa, Internet si evolve in continuazione e bisogna imparare a scrivere per il web.
Perché un lettore dovrebbe scegliere proprio voi? Lei lo sa e ve lo spiega.

Al lavoro! Testi pratici su come scrivere e come usare i tool in relazione al mondo del lavoro e ai diversi ambiti della traduzione. Articoli interessanti come “Corporatese” sul linguaggio da non usare in nessun’altro ambiente che non sia quello aziendale, molto interessante.

Appunti, questa sezione si esprime da sola. Mi è piaciuto molto “Scrivere: questione di allenamento” dove Luisa dice:

La risposta è semplice e complicata al tempo stesso: a scrivere si impara leggendo e scrivendo moltissimo. Tutto qui.

 

Roberto Crivello .com

Roberto Crivello è un ingegnere elettronico diventato poi traduttore tecnico per industria, high-tech e marketing tecnico. Membro dell’ATA e presidente dell’ATA Italian graders workgroup per gli esami di certificazione dall’inglese all’italiano, membro dell’Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE) dall’1987 e Senior Member del Society for Technical Communication (STC), ha inoltre pubblicato diversi articoli all’interno dell’ATA Chronicle sulla terminologia e lo stile nelle traduzioni tecniche ed è l’autore dei due moduli del master sulla traduzione tecnologica (Introduzione alla traduzione tecnologica I & II) dell’ICoN (Italian Culture on the Net).

All’interno del suo sito c’è la sezione “Publication” dove potete trovare tantissimi articoli interessanti sulla traduzione che Roberto ha pubblicato come colonnista sul SIS (Servizio d’Italiano Scritto) e tanto altro.

Insomma Roberto è quanto di meglio c’è sul mercato.

 

Kommunika – Archomai edizione e formazione

Kommunika è un blog destinato agli aspiranti traduttori, al suo interno si possono trovare corsi gratuiti (pochi) e/o a pagamento per le aree del diritto, del marketing, etc.

La rubrica, divisa in 4 sezioni, spiega e risponde a molte domande pratiche e teoriche su questo mondo. “Se il cliente lascia: che fare?”.

Hanno anche un canale spreaker dove parlano di traduttori e traduzione, con interviste di traduttori di varie aree di traduzione.

 

Marta Stelmaszak – WantWords.co.uk

Per me lei è il Rambo dei traduttori. La adoro, è un mito.

Il suo sito è fonte d’ispirazione e di speranza. Marta fa mille cose e si muove in tutte le direzioni. La sua Business School for translators e il bootcamp sembrano fantastici.

Ha scritto un’ottima guida su come scrivere un CV da traduttore che può essere scaricata gratuitamente dal suo sito, meravigliosa meravigliosa guida. Se gli mandate il vostro curriculum vi darà anche dei consigli.. che amore.

 

E per questo primo post è tutto. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *